[TOUR IVAO IT Y/Z 2020]Tappa 4: LIRZ-LIBP Z

Argomenti su aviazione civile e procedure aeronautiche.

Moderatori: High Staff, School Staff

Rispondi
Avatar utente
Adler58 (Aurelio)
Associate
Associate
Messaggi: 654
Iscritto il: 13/01/2017, 18:04
Callsign: SCI016

[TOUR IVAO IT Y/Z 2020]Tappa 4: LIRZ-LIBP Z

Messaggio da Adler58 (Aurelio) » 14/03/2020, 12:47

La quarta tappa va da Perugia LIRZ a Pescara LIBP.
Si può fare a scelta in modalità Y o Z. Il meteo oggi consentirebbe il volo tutto in VFR, quindi scelta libera: scegliamo Z per variare dato che la terza tappa era Y. Costruiamoci uno "scenario meteo" plausibile: immaginiamo che ci siano le VMC sul versante ovest dell'Appennino (a Perugia) e non ci siano sul versante adriatico, dove arriveremo in IFR.

Dovendo arrivare a Pescara in IFR, iniziamo a guardare le STAR, contenute nella carta AD2 4-1 di LIBP.
Escludendo le STAR che vanno su PES, che sono ATC discretion e quindi non pianificabili, nella 4-1 ci sono delle STAR che vanno su ASTUB e altre quasi uguali che vanno su VADKI. I punti ASTUB e VADKI sono molto vicini, affiancati. Andiamo a vedere anche la 5-1 (procedure di avvicinamento) e vediamo che da ASTUB parte un avvicinamento ILS, mentre da VADKI partono due avvicinamenti VOR.
L'avvicinamento preferibile è sempre un ILS, ma qui per esercitarci decidiamo stavolta di fare un avvicinamento VOR. Quindi STAR che vanno su VADKI:

Immagine

Guardiamo quelle che arrivano da nord e da ovest. Escludiamo OTRET perché ha una STAR tratteggiata (ATC discretion). Come punti iniziali della STAR restano IDLOL o INKIM.
Quale scegliere? Apriamo la ENR 6-1-1 per vedere le aerovie che arrivano a Pescara:

Immagine

Quelle che arrivano a IDLOL provengono dalla zona di Roma e hanno un FL150 minimo... mi sembra un po' troppo alto per un volo così corto.
Quelle che arrivano a INKIM da Ancona hanno minime più basse, non superiori a FL100, anche nella traversata dell'Appennino.
Scegliamo allora INKIM e la STAR INKIM1M. Nel primo tratto di questa STAR il livello minimo è "TRL", quindi pari al Transition Level. A Pescara la Transition Altitude TA è 6000 ft, quindi il TRL (o TL) potrà variare tra 70 e 85 in base al QNH locale come da questa utile tabellina presente nella Quick Overview IVAO IT:

Immagine

Dove fare il passaggio da VFR a IFR? Abbiamo ipotizzato che il meteo diventi brutto a est dell'Appennino, quindi passerei a IFR prima dell'Appennino, ad esempio a GOTMO, facendo questo percorso evidenziato in giallo:

Immagine

Tenendo conto delle minime di ogni tratto e che verso nord dobbiamo tenerci su FL pari e versi sud su FL dispari mettiamo giù questa "cruise":

VALFABBRICA GOTMO/N0220F100 IFR L865 ANC/N0220F110 L612 LAPVO/N0220F090 Y579 INKIM

Verifichiamola al validatore Eurocontrol NOP:
N.B. I VRP all'inizio sono sbagliati ma ai fini della validazione non contano

Immagine
No Errors, ci siamo. Occhio che i livelli pari/dispari il validatore non li controlla, quindi attenzione, ma mi sembra che vadano bene (pari "salendo" fino ad ANC e dispari "scendendo" da ANC in poi).

Ora ci resta da scegliere una procedura di avvicinamento (difficilmente a Pescara troveremo l'ATC, se no ce la assegnerebbe lui). La carta è la 5-1. Tra quelle VOR possiamo prevedere ad esempio la VOR-Z della rwy 22:

Immagine
Immagine

Sull'IAF VADKI prevediamo almeno un giro di holding per stabilizzarci bene sui 2000 ft perché nella STAR dovremmo perdere 6-7000 ft di quota in una decina di miglia e la vedo dura. Poi scendiamo a 1900 e ci portiamo sul FAF (D6, distanza 6 nm sul DME dal VOR PES, seguendo la radiale 040° inbound quindi con rotta magnetica 220°).
La discesa dal FAF verso la soglia pista, non avendo ILS e GP, "la tenimm'a fà a'ssuli" come dice il buon Beppe. Dalla tabellina della carta 5-1 vediamo che a 120 nodi (Ground Speed di avvcinamento plausibile per il nostro C90, ma dipenderà dal vento) dobbiamo scendere a 585 ft/min, quindi poco meno di 600.

E se anziché la rwy 22 fosse in uso la rwy 04? Nella 5-1 non ci sono procedure pubblicate per la 04, quindi dovremo fare un CIRCLING.
La carta della procedura VOR Z dice che il circling va fatto a Nord a minimo 1100 ft. A 1200 ft (per sicurezza) livelliamo, facciamo una virata di 45° a destra, proseguiamo per 1 minuto poi viriamo a sinistra in sottovento sinistro pista 04, procedendo a vista con sottovento-base-finale come se fossimo in VFR.

----- SALVO ERRORI E OMISSIONI ----- commentate e correggete cavolate sempre probabili -----
ImmagineImmagineImmagine

Rispondi