Fix attesa: la separazione da ATC o nostra cura ?

Argomenti su aviazione civile e procedure aeronautiche.

Moderatori: High Staff, School Staff

Rispondi
Avatar utente
Michele
Associate
Associate
Messaggi: 130
Iscritto il: 01/06/2017, 21:15
Callsign: SCI008
VID: 558823
Località: Lucca
Contatta:

Fix attesa: la separazione da ATC o nostra cura ?

Messaggio da Michele » 27/01/2020, 21:30

Sappiamo che la separazione tra VFR da spazio B a spazio G non è competenza del controllore.
Anche se l'ATC tenderà a posizionarci su fix differenti, ipotiziamo la seguente:
in VFR (ovviamente), l'ATC ci manda ad orbitare su un fix E CI SONO già altri aerei.

Mi confermate che nella realtà la altitudine NON ce la indica l'ATC (a meno che non gli si chieda noi) ? Per cui sarà nostra cura la separazione con volo a vista ?

Inoltre, vi inserireste sopra l'aereo già presente a 1000 ft sopra di esso ?
Immagine

Avatar utente
morphy76
Associate
Associate
Messaggi: 951
Iscritto il: 11/01/2017, 19:46
Callsign: SCI001
VID: 210174
Località: Roma
Contatta:

Re: Fix attesa: la separazione da ATC o nostra cura ?

Messaggio da morphy76 » 27/01/2020, 22:08

Non vorrei sbagliarmi ma credo che questa affermazione
Sappiamo che la separazione tra VFR da spazio B a spazio G non è competenza del controllore.
non è proprio corretta.

Negli spazi aerei dove invece tale frase sarebbe corretta, tu, e gli altri traffici, ricevereste delle informazioni di traffico che vi consentirebbero di separarvi a vista.

Nella realtà... non mi è mai capitato di stare in una situazione così congestionata... da casa non saprei che dirti...
ImmagineImmagine Immagine Immagine

Avatar utente
Michele
Associate
Associate
Messaggi: 130
Iscritto il: 01/06/2017, 21:15
Callsign: SCI008
VID: 558823
Località: Lucca
Contatta:

Re: Fix attesa: la separazione da ATC o nostra cura ?

Messaggio da Michele » 27/01/2020, 23:14

morphy76 ha scritto:
27/01/2020, 22:08
Non vorrei sbagliarmi ma credo che questa affermazione
Sappiamo che la separazione tra VFR da spazio B a spazio G non è competenza del controllore.
non è proprio corretta.

Negli spazi aerei dove invece tale frase sarebbe corretta, tu, e gli altri traffici, ricevereste delle informazioni di traffico che vi consentirebbero di separarvi a vista.

Nella realtà... non mi è mai capitato di stare in una situazione così congestionata... da casa non saprei che dirti...
Si capisco cosa mi vuoi dire (naturalmente Foxtrot e Golf non sono controllati... ovvio).. ho scritto per includere qualsiasi spazio aereo; cmq è corretta la tua osservazione.
Negli spazi aerei dove invece tale frase sarebbe corretta, tu, e gli altri traffici, ricevereste delle informazioni di traffico che vi consentirebbero di separarvi a vista.
Come presumevo... OOkkkk. :D
Immagine

Avatar utente
morphy76
Associate
Associate
Messaggi: 951
Iscritto il: 11/01/2017, 19:46
Callsign: SCI001
VID: 210174
Località: Roma
Contatta:

Re: Fix attesa: la separazione da ATC o nostra cura ?

Messaggio da morphy76 » 28/01/2020, 8:56

Michele ha scritto:
27/01/2020, 23:14
Si capisco cosa mi vuoi dire (naturalmente Foxtrot e Golf non sono controllati... ovvio).. ho scritto per includere qualsiasi spazio aereo; cmq è corretta la tua osservazione.
e bravo e charlie? :CONFUSED:
ImmagineImmagine Immagine Immagine

Nik
Messaggi: 28
Iscritto il: 19/10/2017, 9:28
VID: 201143

Re: Fix attesa: la separazione da ATC o nostra cura ?

Messaggio da Nik » 28/01/2020, 22:45

ciao.
uno dei compiti primari del controllo del traffico aereo è quello di prevenire collisioni. partendo da questo presupposto, ad ogni classe di spazio aereo corrispondono delle diverse tipologie di "servizio" fornito.
giusto per correggere la prima frase, nello spazio B (che in Italia non esiste) i traffici VFR devono essere fisicamente separati dal CTA.
Il controllore, nelle restanti classi di spazio aereo fornirà il servizio previsto tra i vfr. Il fatto che si debbano separare da soli non vuol dire che il CTA non debba porre in essere delle azioni affinché il compito primario citato inizialmente venga soddisfatto. Visto che negli spazi aerei controllati (diversi dal B) ai vfr non vengono applicate separazioni in vmc , il controllore fornirà informazioni di traffico (precise e dettagliate nei limiti dei mezzi tecnologici in possesso) affinché la "separazione" visiva venga acquisita e mantenuta da tutti i traffici vfr coinvolti. è chiaro quindi che la sola informazione di posizione non è sufficiente ma va accostata ad un informazione di quota. Un CTA sano di mente non manderà mai un traffico "in bocca" ad un altro prima che almeno un traffico non dichiari di avere l'altro in vista.
Il discorso si complica se vengono a mancare le VMC perché in regime di VFR/S tutti i VFR devono essere separati come se fossero in classe B (a meno che non si sia nelle vicinanze di un aeroporto e si possano applicare le "separazioni ridotte nelle vicinanze degli aeroporti")

Rispondi